Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ZINCATURA A FREDDO O ZINCATURA A CALDO? Scopriamo differenze e applicazioni.

La zincatura a freddo e la zincatura a caldo sono due processi utilizzati per proteggere i metalli dalla corrosione. Sebbene entrambi i trattamenti abbiano lo stesso scopo, presentano caratteristiche e applicazioni differenti.

Zincatura a freddo, cos’è e per cosa è indicata?

La zincatura a freddo, conosciuta anche come metallizzazione a spruzzo, prevede l’applicazione di un rivestimento di zinco su una superficie metallica mediante uno spruzzo. Questo metodo è particolarmente efficace per strutture di dimensioni ridotte o per la riparazione di superfici precedentemente zincate a caldo che hanno subito danneggiamenti. La zincatura a freddo è ideale per trattamenti su misura, offrendo una protezione efficace contro la corrosione, sebbene con prestazioni generalmente inferiori rispetto alla zincatura a caldo.

Come avviene la Zincatura a Freddo?

Il processo di zincatura a freddo viene eseguito utilizzando una pistola a spruzzo che proietta il materiale zincante sulla superficie da trattare. Prima dell’applicazione, la superficie deve essere accuratamente pulita e preparata per garantire un’adesione ottimale del rivestimento. Questa tecnica è apprezzata per la sua velocità di esecuzione e per la facilità con cui può essere applicata anche in cantiere o in condizioni non ideali.

Zincatura a caldo, un processo più duraturo ma più complesso.

La zincatura a caldo è un processo di rivestimento dei metalli più complesso e duraturo. In questo caso, il metallo viene immerso in un bagno di zinco fuso a una temperatura di circa 450°C. Questo metodo assicura un rivestimento uniforme e continuo, che penetra anche nelle cavità e nelle giunture, fornendo una protezione di lunga durata contro la corrosione. È indicato sia per minuterie che per strutture di grandi dimensioni, come ponti, recinzioni e componenti di edifici.

Come si Effettua la Zincatura a Caldo?

Il processo di zincatura a caldo prevede diversi passaggi specifici:

1 Preparazione della superficie: prima di iniziare la zincatura, è fondamentale preparare la superficie dell’oggetto metallico, rimuovendo contaminanti come grasso, olio, ruggine o altri rivestimenti.

2 Decapaggio: il decapaggio coinvolge l’uso di sostanze chimiche o procedure meccaniche per pulire la superficie dei materiali da ruggine o ossido.

3 Flusso: dopo la preparazione, l’oggetto viene immerso in una soluzione chiamata “flusso”, composta principalmente da cloruri di ammonio. Questo step pulisce ulteriormente la superficie e favorisce l’adesione dello strato di zinco.

4 Zincatura a caldo: lil manufatto viene immerso in un bagno di zinco fuso, mantenuto a circa 450-460 gradi. Si crea una lega zinco-ferro che costituisce un rivestimento resistente.

Differenze e Vantaggi

La zincatura a freddo è rapida e conveniente per piccoli progetti e riparazioni, con un’applicazione semplice anche in ambienti difficili. Tuttavia, offre una protezione meno duratura rispetto alla zincatura a caldo.

La zincatura a caldo, invece, fornisce una protezione robusta e a lungo termine contro la corrosione, ideale per strutture di grandi dimensioni e applicazioni industriali. Il processo più complesso e costoso garantisce una resistenza superiore, rendendola la scelta preferita per progetti di grandi dimensioni.

In sintesi, la scelta tra zincatura a freddo e zincatura a caldo dipende dalle specifiche esigenze del progetto, dalla dimensione della struttura e dal livello di protezione richiesto. Scegliere la tecnica giusta può garantire durabilità e prestazioni ottimali per i tuoi componenti metallici.

CONTATTACI PER INFORMAZIONI O PREVENTIVI
GALVAN Srl con sede a Baranzate (Milano) – zincatura a caldo di prodotti in ferro e acciaio anche di grandi dimensioni.

GiambariniFanSponsor
GIAMBARINI GROUP é
FAN SPONSOR ATALANTA
iso9001
iso14001
iso-45001-2018
Cisq
Iqnet
Accredia
Aiz
Hqz